Home > Castellammare del Golfo: 5 cose da vedere

Castellammare del Golfo: 5 cose da vedere

cosa vedere a castellammare del golfo

A pochi chilometri da Palermo e Trapani, ecco Castellammare del Golfo.

Dove andare in vacanza nella Sicilia occidentale?

Se cerchi un posto centrale, da cui raggiungere facilmente Palermo, Trapani e Agrigento, vicino al mare ma anche ricco di monumenti, la migliore risposta è sicuramente Castellammare del Golfo.

Castellammare del Golfo

Il comune di Castellammare del Golfo è uno dei più grandi e frequentati dai turisti che fanno base qui per la bellezza della spiaggia, la movida estiva e la comodità negli spostamenti dei dintorni.

Castellammare del Golfo è anche uno dei luoghi più ricchi di monumenti della Sicilia: al suo interno racchiude magnifiche testimonianze della cultura arabo-normanna, che proprio qui ha lasciato il suo segno con diverse chiese di datazione centenaria.

Vediamo insieme quali sono i luoghi più belli di Castellammare del Golfo e come raggiungerla dagli aeroporti di Trapani e Palermo.

Scopello

Per parlare di Castellammare del Golfo non si può non partire dalla radura simbolo del promontorio: l’antico borgo marinaro di Scopello.

I faraglioni di Scopello sono celebri in tutto il mondo, appoggiati dalla natura su un fondale blu che nel passato divenne punto di ancoraggio per le civiltà del mondo antico.

Sul fondale sono stati ritrovati resti di ogni popolazione, tra ceramiche e anfore di punici, greci, africani e spagnoli. Oggi è tutto raccolto in un percorso museale, il Museo Sommerso, che mette insieme non solo i reperti ma anche il percorso storico che ha portato alla loro riscoperta.

Alla fine del 1800 il borgo viene acquistato da Ignazio Florio che costruì la Tonnara di Scopello, stupendo scenario ancora oggi utilizzato per organizzare matrimoni.

Castello Arabo Normanno

Già nel 1154 ritroviamo testimonianze sul castello arabo-normanno di Castellammare del Golfo, costruito su uno sperone roccioso vicino al mare a cui si poteva accedere con un ponte levatoio.

Parte del Castello venne persa nella guerra tra Angiò e Aragonesi, poi ricostruita nel 1500 con l’aggiunzione delle torri merlate. Il ponte levatoio venne sostituito con il ponte in muratura che ancora oggi dà accesso al castello.

Riserva dello Zingaro

Tra Castellammare e San Vito Lo Capo è posizionata una delle riserve naturali più grandi della Sicilia, quella dello Zingaro.

Per gli amanti delle escursioni e del trekking è prevista la camminata per le nove calette, da cui si può scendere in mare e vivere a pieno questa esperienza nella natura.

Le chiese

Numerose sono le chiese che possono essere visitate a Castellammare del Golfo:

  • la Chiesa Madre, costruita tra il ‘700 e l’800 su fondazioni precedenti, con linee semplici e nette all’esterno e nove altari all’interno;
  • la Chiesa della Madonna del Rosario, di epoca normanna (1100 circa), con il caratteristico bassorilievo del Gagini del ‘500 che spicca sul portale d’ingresso;
  • la Chiesa di San Giuseppe nel quartiere Petrazzi, costruita sopra una sorgente d’acqua;
  • le altre chiese di Santa Rita, Madonna della Scala, S. Antonio da Padova e SS. Crocifisso.

Come raggiungere Castellammare del Golfo?

  • Dall’aeroporto di Palermo Falcone e Borsellino è attiva la navetta di Autoservizi Russo che porta direttamente a Castellammare del Golfo.
  • Per chi arriva con una grande comitiva di amici o per vacanze studio è possibile affittare un service privato.
  • Anche per chi arriva alla stazione centrale di Palermo è possibile arrivare a Castellammare del Golfo con il servizio offerto da Autoservizi Russo.
Condividi su: